La grande classica

La storica Granfondo Dobbiaco-Cortina si svolge dal 1977 ed è, dopo la Marcialonga, la seconda Granfondo più grande in Italia. Ospitando il Tour de Ski nel 2010 sul tracciato da Cortina a Dobbiaco, il percorso ha raggiunto fama internazionale. Dal 2016 la Dobbiaco-Cortina è una tappa del prestigioso circuito internazionale Visma Ski Classics.

Il tracciato tradizionale della 42 km in tecnica classica percorre la vecchia ferrovia delle Dolomiti ed è unico nel suo genere, percorrendo due gallerie illuminate, in mezzo al patrimonio naturale UNESCO. La partenza è all'aeroporto militare di Dobbiaco, dopo un breve tratto verso San Candido si passa vicino allo stadio di fondo Nordic Arena di Dobbiaco e si prosegue per il Lago di Dobbiaco, Cimitero di Guerra Vista Tre Cime - Lago di Landro. Arrivati al Passo Cimabanche, il punto più alto con 1.529 m d'altitudine, il tracciato inizia a scendere leggermente verso  Ospitale e Fiames per arrivare in zona autostazione nel centro di Cortina.

Novità per la sua 43° edizione è il cambio direzione per la gara in tecnica libera. Anche il tracciato di 32 km in tecnica libera parte da Dobbiaco in direzione Cortina d'Ampezzo. La partenza, i punti panoramici, i tunnel e il traguardo sono gli stessi, ma il tracciato presenta caratteristiche tecniche che lo rendono particolarmente adatto alla tecnica libera.